FORMAZIONE A COSTO ZERO

FORMAZIONE FINANZIATA

FORMAZIONE A COSTO ZERO

(sfruttando il contributo obbligatorio)

Non sprecare la quota dello 0,30% dei contributi versati all’Inps (il "contributo obbligatorio per la disoccupazione involontaria"), ma destinalo alla formazione gratuita per la tua azienda. Oggi puoi finanziare completamente e a fondo perduto ogni intervento formativo grazie ai fondi interprofessionali paritetici. L’adesione a un fondo non comporta alcuna spesa per le imprese. Ed è possibile in qualsiasi momento, senza alcuna penale, rinunciarvi.

COSA SONO I FONDI

I Fondi Paritetici Inteprofessionali nazionali per la formazione continua sono organismi di natura associativa promossi dalle organizzazioni di rappresentanza delle Parti Sociali e hanno la finalità di raccogliere e stanziare fondi per la formazione dei dipendenti aziendali. I Fondi Paritetici Interprofessionali finanziano piani formativi aziendali, settoriali e territoriali, che le imprese in forma singola o associata decideranno di realizzare per i propri dipendenti. Oltre a finanziarei piani formativi aziendali, settoriali e territoriali, i Fondi Interprofessionali potranno finanziare anche piani formativi individuali, nonché ulteriori attività propedeutiche o comunque connesse alle iniziative formative. Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali è chiamato a svolgere, accanto a compiti di vigilanza e controllo, una funzione strategica di monitoraggio delle attività finanziate. 

CHI PUO' ADERIRE

Possono aderire ai Fondi interprofessionali, tutte le aziende che sono tenute a versare all’INPS per i propri dipendenti il contributo relativo alla “disoccupazione involontaria” di cui all’art. 12 della legge n. 160/1975, così come modificato dall’art. 25 della legge quadro sulla formazione professionale n. 845/1978 e successive modificazioni. Dato che sono contributi che le aziende devono comunque pagare, possono ottimizzarle a loro vantaggio. Ecco allora che viene in aiuto la legge 388 del 2000 (art.118), che consente alle imprese di destinare lo 0,30% del contributo obbligatorio per la disoccupazione involontaria alla formazione dei propri dipendenti, attraverso i Fondi Interprofessionali. 

TL Consulenze in tutte le fasi, dall'inizio (scelta del Fondo Interprofessionale adeguato e relativa iscrizione offre, alle imprese interessate, la propria competenza in materia di Fondi Interprofessionali.